Delaware… No

April 27, 2016

Decidere di costituire una società sussidiaria in USA porta inevitabilmente l’operatore italiano a dover decidere in quale Stato americano creare la società. Seppur il Delaware rappresenti spesso la scelta più favorevole[1], vi sono cinque ragioni per cui può non essere inizialmente conveniente costituire una sussidiaria in Delaware:

  1. Negli Stati Uniti, generalmente, una società può svolgere la propria attività solamente nel proprio Stato di costituzione. Se la società costituita in USA (società sussidiaria) vuole operare in Stati differenti da quello di costituzione, è necessario ottenere l’autorizzazione dalle relative Segreterie di Stato (Secretary of State), mediante il deposito uno specifico documento (il c.d. Application for Authority to Transact Business), il quale comporta dei costi per la sussidiaria USA. In aggiunta, la società sussidiaria costituita negli Stati Uniti deve avere agenti registrati in ogni Stato in cui svolge la propria attività, i quali hanno un costo ulteriore. Infine, la sussidiaria USA deve presentare delle relazioni sul proprio operato in tutti gli Stati in cui è registrata (Reporting Requirements), con conseguenti costi e obblighi di divulgazione.
  2. Al contrario di molti altri Stati, il Delaware prevede per la società sussidiaria americana, l’obbligo di corresponsione di una franchise tax annuale[2]. Il mancato pagamento di questa tassa comporta l’impossibilità, per la sussidiaria USA, di operare, in quanto le viene preclusa la possibilità di depositare presso il Segretariato di Stato una serie di documenti tra cui gli emendamenti dei propri atti sociali e i documenti per completare una fusione. Inoltre, il mancato pagamento della franchise tax porta la sussidiaria USA a non essere considerata in “Good Standing[3], con la conseguenza di non poter trattare con altre società.
  3. Anche se molti investitori preferiscono investire negli USA scegliendo lo Stato del Delaware per via della sua reputazione di essere lo Stato con la normativa societaria più favorevole, non è necessario che una sussidiaria americana venga creata in Delaware sin dal primo giorno. È possibile avviare una start-up in USA, scegliendo un altro Stato con costi di avviamento inferiori e, solo successivamente, convertire o fondere la propria sussidiaria USA in una società del Delaware, al fine di beneficiare dei vantaggi legali della sua disciplina normativa.
  4. Costituire una società sussidiaria in Delaware comporta l’assoggettabilità della stessa alla giurisdizione delle corti locali. Conseguentemente, in ipotesi di contenzioso, è necessario assumere un avvocato locale e sostenere i costi relativi a spese legali e di lite.
  5. Il Delaware non è l’unico Stato che consente di personalizzare quasi interamente la disciplina dei rapporti interni ed esterni della propria società sussidiaria americana. Molti altri Stati presentano gli stessi vantaggi, o caratteristiche simili, a quelli che permette di ottenere il Delaware, pur mantenendo un’imposizione fiscale più ridotta.

[1] Per una disamina delle ragioni che possono portare un investitore italiano a decidere di costituire una società sussidiaria in Delaware si rinvia all’articolo “Investire negli USA Delaware…Sì” pubblicato al seguente indirizzo web:

Delaware…si

[2] La franchise tax deve essere pagata solo da determinate persone giuridiche (tra cui le corporations) che presentano un nesso o legame con lo Stato che ne impone il pagamento. Essa non è basata sul reddito prodotto dalla società americana, ma sull’ammontare del suo capitale sociale o patrimonio netto.

[3] Una società sussidiaria americana è in “good standing” quando soddisfa tutti i requisiti previsti dalla legge in materia di formalità societarie, ed è quindi autorizzata a condurre la propria attività