Il termine “Product Liability” (c.d. responsabilità da prodotto) definisce un tipo di responsabilità oggettiva (c.d. strict liability) del produttore che nasce quando un consumatore soffre un danno causato da un prodotto irragionevolmente pericoloso per via di un difetto di progettazione, di un difetto di fabbricazione, o di una mancanza di avvertenze.

La Product Liability è un tipo di responsabilità di portata molto ampia in quanto non dipende da un comportamento negligente o da una violazione di leggi o regolamenti, ma dalla presenza di difetti nel prodotto; essa si applica ogni qualvolta un prodotto difettoso generi un danno all’utilizzatore finale, nonostante i produttori provino che si siano comportati diligentemente e nel rispetto delle norme. Secondo la legge statunitense, tutti i soggetti che prendono parte al processo di immissione del prodotto sul mercato (“the stream of commerce”) sono quindi potenzialmente responsabili per il danno che il prodotto provochi al consumatore a causa di un difetto sconosciuto e non intenzionalmente voluto. I consumatori che usano il prodotto, sono protetti e facilitati dalla c.d. Strict Liability: essi devono solo provare di esser stati danneggiati dal prodotto, mentre l’onere di provare il contrario è a carico del convenuto, il produttore, che deve provare l’assenza di difetti nel bene.

Come accennato, affinchè i produttori possano essere ritenuti responsabili per responsabilità oggettiva, il danno causato all’utilizzatore finale deve risultare da una condizione irragionevolmente pericolosa del prodotto (“unreasonably dangerous”), ovvero che non sia ipotizzabile e prevedibile da una persona ragionevole con conoscenza ordinaria. I prodotti vengono considerati irragionevolmente pericolosi se hanno un difetto di progettazione, un difetto di fabbricazione, o un difetto legato alle avvertenze.

  • I difetti di progettazione sono insiti nel progetto del bene e per questo lo rendono pericoloso, una volta costruito.
  • I difetti di fabbricazione, invece, sono quelli che si verificano durante la costruzione, la produzione o l’assemblaggio del prodotto. Nonostante un prodotto sia stato propriamente disegnato per un determinato uso, sia stato corredato da adeguate istruzioni, tale prodotto potrebbe ugualmente avere un difetto di produzione. Infatti, nel caso in cui sia stato costruito con componenti inadeguati, manchi di alcuni elementi o sia qualitativamente inferiore ad altri prodotti simili presenti sul mercato.
  • Infine, i difetti di avvertenze si hanno quando i produttori non forniscono al consumatore finale alcun avviso circa i rischi associati all’uso del prodotto o quando tale avviso non sia adeguato. Per determinare se un avviso sia o meno adeguato, occorre considerare se detti avvisi siano sufficienti nella forma, nel contenuto e nell’intensità, cosicché una persona ragionevole possa prendere le dovute precauzioni durante l’utilizzazione del prodotto.

Bisogna precisare che i produttori non possono usare come scusante il rispetto e l’applicazione delle norme e dei regolamenti governativi, o di settore, qualora un loro prodotto provochi una lesione. Tuttavia, la prova del rispetto di tali norme e regolamenti può essere data in giudizio al fine di dimostrare che i produttori hanno agito dando, agli utenti finali, un adeguato e ragionevole avviso circa il proprio prodotto relativamente alla sua progettazione e produzione.

Il rischio maggiore quanto alla responsabilità da prodotto, deriva dal risarcimento del danno subito dal consumatore. Negli Stati Uniti, oltre a danno emergente e lucro cessante, esistono ulteriori figure di danno che possono facilmente incrementarne l’ammontare. In particolare, negli Stati Uniti possono venire assegnati ad un consumatore che abbia subito un danno sia i c.d. danni compensatori (compensatory damages), che possono essere equiparati ai danni morali e biologici dell’ordinamento italiano, sia i c.d. danni punitivi (punitive damages) che mirano a punire la condotta del produttore qualora questa sia particolarmente gravosa.

Al fine di arginare la problematiche afferenti alla responsabilità da prodotto, è sempre opportuno sottoscrivere una apposita polizza assicurativa a protezione del produttore. È inoltre necessario valutare l’opportunità di sottoscrivere la polizza presso un istituto assicuratore americano, sincerandosi del fatto che la polizza ricomprenda una copertura assicurativa anche per i danni compensatori e punitivi.